Posted on Leave a comment

L’autunno colorato della piccola città

During the pandemic Italy has been divided into “coloured” zones: yellow, orange and red. In Autumn 2020 the region I live in, Emilia Romagna, was “yellow” most of the time. I tell you what this means in the following episode…


Le zone colorate d’Italia

Questa settimana sono successe molte cose, tutte piuttosto straordinarie. Tanto per cominciare, gli Stati Uniti hanno eletto il loro quarantaseiesimo (46°) Presidente e questa notizia basterebbe a riempire i giornali di tutto il mondo, se ci trovassimo in una situazione ordinaria. Ma noi non ci troviamo in una situazione ordinaria.

Purtroppo non c’è niente di ordinario in una pandemia globale, che porta ciascun Paese e ciascuna piccola città a fare i conti con problemi importanti: come contenere il contagio? Come sostenere le aziende? Come mantenere calme le persone?

Per esempio, il nostro presidente Conte ha scelto di dividere l’Italia in zone colorate. In base alla gravità della situazione per Covid, le regioni italiane sono state così classificate: ci sono quelle gialle, quelle arancioni e quelle rosse.

I cambiamenti in città durante la pandemia

Piacenza, che è in Emilia Romagna, si trova in zona gialla. Questo significa che siamo tra quelli “messi meglio”, cioè che il nostro sistema sanitario riesce ancora a gestire l’emergenza… Per ora. Sebbene questa divisione durerà fino al 3 dicembre, non è detto che rimanga stabile: la classificazione può sempre cambiare.

Ma cosa vuole dire davvero essere in zona gialla? Beh, la verità è che sono molto fortunata. Posso ancora spostarmi liberamente in città, non solo per andare a lavorare, ma anche per fare due passi. Devo solo rientrare in casa entro le 22, perché da quell’ora inizia il coprifuoco. Inoltre, non posso fare molta vita sociale: dopo le 18 tutti i ristoranti e i bar sono chiusi, tranne che per l’asporto.

In questa situazione difficile, dove tutti ci sentiamo un po’ più soli, sto osservando con più attenzione ciò che cambia intorno a me. Ieri, per esempio, mi sono imbattuta in due cartelloni pubblicitari. Uno di loro diceva:

Cartellone pubblicitario in una strada di Piacenza

Devi sapere che il monopattino elettrico è una conseguenza della pandemia, perché le persone non vogliono più prendere i mezzi pubblici e preferiscono utilizzare mezzi privati. Inoltre, proprio all’inizio della settimana, sono stati erogati duecentoquindici (215) milioni di euro per dei “bonus bicicletta”: le persone che in questo periodo hanno acquistato una bici o un monopattino elettrico, sono state rimborsate!

Io non ho usufruito di questo bonus, perché ho già una bicicletta che uso quotidianamente. Infatti, in una città piccola come la mia è molto facile spostarsi in bici o a piedi e si può raggiungere velocemente la campagna con la macchina.

Ieri, ad esempio, sono andata in un paesino che si chiama Travo per aiutare Massimo a dipingere una stanza della sua casa di famiglia. Mentre viaggiavamo mi sono fermata a scattare una foto ai colori dell’autunno.

Mi sono accorta che questo autunno è colorato con gli stessi colori di questa nuova Italia colorata.

Vocabolario

basterebbe = it would be enough
se ci trovassimo = if we were
ciascun, ciascuna = each
fare i conti con = to have to deal with
gravità = seriousness

siamo “messi meglio” = we are ok (on avarage)
gestire = to manage
Per ora = until now
fortunata = lucky
spostarmi = to move
fare due passi = to go for a walk
rientrare = to come back
entro = within
il coprifuoco = the curfew
l’asporto = to take away
ciò = what
mi sono imbattuta = I came across
cartelloni pubblicitari = billboards

il monopattino elettfrico = the electric scooter
sono stati erogati = have been provided
sono state rimborsate = they received a refund
non ho usufruito = I didn’t benefit
la macchina = the car (colloquial)
dipingere = to paint
scattare una foto = to take a picture



Subscribe to the newsletter

Processing…
Success! You're on the list.

Writing Assignment

Would you like to write something in Italian about this topic? Let a native Italian teacher check your work!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *